Ministero dello Sviluppo Economico

CERT Nazionale Italia - Computer Emergency Response Team

Vulnerabilità

Vulnerabilità multiple in PHP

denial-of-service  PHP  remote code execution   giovedì, 11 gennaio 2018

PHP è un linguaggio di scripting lato server progettato per lo sviluppo Web, ma utilizzato anche come un linguaggio di programmazione general-purpose. Il codice PHP può essere incorporato nel codice HTML, oppure può essere utilizzato in combinazione con diversi sistemi di gestione dei contenuti e framework Web. Il codice PHP viene di norma elaborato da un interprete implementato come modulo nel server Web o come eseguibile CGI.

Sono state scoperte diverse vulnerabilità in PHP release 5 e 7, le più gravi delle quali potrebbero consentire ad un attaccante remoto di eseguire codice arbitrario nel contesto dell’applicazione affetta o, in caso di tentativi falliti di sfruttamento, di causare condizioni di denial of service.

Il team di sviluppo di PHP ha rilasciato aggiornamenti software che risolvono queste vulnerabilità nei prodotti interessati. È necessario aggiornare PHP ad una delle seguenti versioni:

  • PHP 7.2.1
  • PHP 7.1.13
  • PHP 7.0.27
  • PHP 5.6.33

Si raccomanda di installare gli aggiornamenti relativi alla propria piattaforma al più presto, dopo appropriato testing.

Per informazioni più dettagliate sugli aggiornamenti disponibili, che risolvono anche numerosi bug, si faccia riferimento alle seguenti note di rilascio di PHP:

Notizie correlate

Vulnerabilità in prodotti Cisco (1 agosto 2018)

2 agosto 2018

Cisco ha rilasciato il primo agosto 2018 diversi aggiornamenti di sicurezza che risolvono vulnerabilità multiple in diversi prodotti. Leggi tutto

Vulnerabilità in Apache Tomcat

24 luglio 2018

Sono state scoperte due gravi vulnerabilità in Apache Tomcat che potrebbero consentire ad un attaccante remoto di causare condizioni di DoS o di ottenere informazioni riservate.Leggi tutto

Vulnerabilità multiple in PHP

23 luglio 2018

Sono state scoperte diverse vulnerabilità in PHP 5 e 7 che potrebbero consentire ad un attaccante remoto di eseguire codice arbitrario nel contesto dell’applicazione affetta o di causare condizioni di denial of service.Leggi tutto